Vangelo del giorno – martedì 5 Luglio 2016

postato in: lectio divina | 0
Martedì della XIV settimana delle ferie del Tempo Ordinario

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Matteo 9,32-38. In quel tempo, presentarono a Gesù un muto indemoniato. Scacciato il demonio, quel muto cominciò a parlare e la folla presa da stupore diceva: «Non si è mai vista una cosa simile in Israele!». Ma i farisei dicevano: «Egli scaccia i demòni per opera del principe dei demòni». Gesù andava attorno per tutte le città e i villaggi, insegnando nelle loro sinagoghe, predicando il vangelo del regno e curando ogni malattia e infermità. Vedendo le folle ne sentì compassione, perché erano stanche e sfinite, come pecore senza pastore. Allora disse ai suoi discepoli: «La messe è molta, ma gli operai sono pochi! Pregate dunque il padrone della messe che mandi operai nella sua messe!».

Meditazione del giorno San Giovanni Crisostomo (ca 345-407), sacerdote ad Antiochia poi vescovo di Costantinopoli, dottore della Chiesa Omelie sul Vangelo di Matteo, n° 32

"Predicando il vangelo del regno e curando ogni malattia e infermità"

Disprezzato e oltraggiato dai nemici, Gesù Cristo si mette a far loro ancor più del bene...  Andava per tutte le città e i villaggi, le sinagoghe, insegnandoa rispondere alle calunnie non con altre calunnie, ma con le più buone azioni; la tua ricompensa sarà più grande... Perciò Cristo non aspettava che i malati venissero; andava lui stesso da loro e portava due cose essenziali: la Buona notizia del Regno e la guarigione dei loro mali. E neppure questo gli basta: c'è ancora un altro modo in cui manifesta la sua sollecitudine. "Vedendo le folle ne sentì compassione, perché erano stanche e sfinite, come pecore senza pastore. Allora disse ai suoi discepoli: "La messe è molta, ma gli operai sono pochi! Pregate dunque il padrone della messe che mandi operai nella sua messe!". Nota ancora una volta quanto è lontano dalla vanagloria. Non vuole che tutti lo seguano, allora manda i discepoli. Vuole formarli non solo per le battaglie che dovranno sostenere in Giudea, ma anche per quelle che troveranno dovunque sulla terra... Gesù dà ai discepoli il potere di guarire i corpi, in attesa di conferir loro il potere altrettanto importante di guarire le anime. Guarda come mostra la facilità e allo stesso tempo la necessità di quest'opera. Cosa dice infatti? "La messe è molta, ma gli operai sono pochi". Non vi mando ai semi, ma alla messe... Così parlando nostro Signore dava loro fiducia e mostrava loro che il lavoro più grande era già stato fatto.

fonte: http://vangelodelgiorno.org

Lascia un commento